Vista SFIA: A. Plan

A. Plan

Pianificazione strategica ITSP

La creazione, l’iterazione e il mantenimento di una strategia al fine di allineare azioni organizzative, piani e risorse con gli obiettivi aziendali e lo sviluppo di piani per guidare il progresso e l’esecuzione della strategia. Lavorare con gli interessati per comunicare e incorporare la gestione strategica attraverso obiettivi, responsabilità e monitoraggio del progresso.

Innovazione INOV

La capacità di identificare, assegnare le priorità, incubare e sfruttare le opportunità offerte dalle tecnologie informatiche, delle comunicazioni e digitali. Sviluppare e applicare i processi, gli strumenti e le infrastrutture per supportare l’innovazione. Coinvolgere le comunità interne ed esterne, i dipendenti, i partner commerciali, i clienti, gli utenti e altri interessati nel processo di innovazione. Fornire governance, monitoraggio e rapporti sul processo di innovazione.

Ricerca RSCH

La creazione sistematica di nuove conoscenze con la raccolta di dati, l’innovazione, la sperimentazione, la valutazione e la disseminazione. La determinazione degli obiettivi di ricerca e il metodo con cui la ricerca sarà svolta. La partecipazione attiva a una comunità di ricercatori; comunicare in modo formale e informale attraverso media digitali, conferenze, riviste, libri e seminari.

Miglioramento dei processi aziendali BPRE

La creazione di approcci nuovi e potenzialmente dirompenti per eseguire attività aziendali al fine di creare opportunità aziendali; fornire servizi/prodotti nuovi o migliorati; oppure migliorare le catene di fornitura. L’identificazione e l’applicazione di miglioramenti alle operazioni, ai servizi e ai modelli aziendali. La valutazione dei costi e dei potenziali vantaggi dei nuovi approcci. L’analisi e la progettazione di processi aziendali al fine di adottare e sfruttare le tecnologie per migliorare le prestazioni aziendali. Lo sviluppo di capacità di gestione dei processi aziendali per aumentare l’agilità dell’organizzazione e la sua capacità di rispondere al cambiamento.

Architettura aziendale e di impresa STPL

La creazione, iterazione e manutenzione di strutture quali le architetture d’impresa e d’azienda che incorporano i modelli, i metodi e i principi chiave che descrivono lo stato futuro dell’organizzazione e ne abilitano l’evoluzione. Ciò implica tipicamente l’interpretazione di obiettivi e fattori guida dell’azienda; la traduzione degli obiettivi e della strategia dell’azienda in un “modello operativo”; la valutazione strategica delle capacità attuali; l’identificazione dei cambiamenti richiesti nelle capacità e la descrizione delle interrelazioni tra persone, organizzazione, servizio, processo, dati, informazioni, tecnologia e ambiente esterno. Il processo di sviluppo dell’architettura supporta la formazione di vincoli, standard e principi guida necessari per definire, assicurare e governare l’evoluzione richiesta; ciò facilita il cambiamento nella struttura dell’organizzazione, nell’infrastruttura, nei sistemi e nei processi aziendali al fine di ottenere la transizione prevedibile allo stato previsto.

Monitoraggio della tecnologia emergente EMRG

L’identificazione di tecnologie, prodotti, servizi, metodi e tecniche nuovi ed emergenti. La valutazione della loro rilevanza e dei potenziali impatti (in termini sia di minacce sia di opportunità) sui fattori di abilitazione aziendale, sui costi, sulle prestazioni o sulla sostenibilità. La comunicazione delle tecnologie emergenti e il loro impatto.

Pianificazione della rete NTPL

La creazione e la manutenzione dei piani complessivi della rete, che incorporano la comunicazione di dati, voce, testi e immagini, a supporto della strategia aziendale di un’organizzazione. Ciò include la partecipazione alla creazione di accordi di livello di servizio e alla pianificazione di tutti gli aspetti dell’infrastruttura necessari per assicurare la fornitura di servizi di rete per soddisfare tali accordi. La realizzazione fisica può includere cavi di rame, fibra ottica, wireless o qualsiasi altra tecnologia.

Architettura della soluzione ARCH

La progettazione e la comunicazione di strutture di alto livello per consentire e guidare la progettazione e lo sviluppo di soluzioni integrate che soddisfino le esigenze aziendali attuali e future. Oltre ai componenti tecnologici, l’architettura della soluzione comprende modifiche ai modelli di servizio, processo, organizzazione e funzionamento. La fornitura di indicazioni complete per lo sviluppo di componenti della soluzione, nonché delle relative modifiche, per assicurare che tengano conto di architetture, strategie, politiche, standard e procedure rilevanti (inclusa la sicurezza) e che i componenti esistenti e pianificati della soluzione restino compatibili.

Gestione del portafoglio POMG

Lo sviluppo e l’applicazione di uno schema sistematico di gestione per definire e fornire un portafoglio di programmi, progetti e/o servizi in corso, a supporto di specifici obiettivi e strategie aziendali. Include l’applicazione di un processo strategico di valutazione e decisione degli investimenti basato su una chiara comprensione di costi, rischi, interdipendenze e impatto sulle attività aziendali esistenti, consentendo la misurazione e la valutazione obiettiva dei potenziali cambiamenti e dei vantaggi da realizzare. L’assegnazione delle priorità per l’utilizzo delle risorse e i cambiamenti da applicare. La revisione regolare dei portafogli. La gestione della pipeline del servizio (proposta o in sviluppo), del catalogo dei servizi (in vigore o disponibili per la messa in esercizio) e dei servizi ritirati.

Modellazione aziendale BSMO

La produzione di rappresentazioni astratte o distillate di situazioni del mondo reale, aziendali o di gioco in applicazioni tradizionali o su più supporti, per assistere nella comunicazione e nella comprensione di scenari esistenti, concettuali o proposti. Concentrato in maniera predominante sulla rappresentazione di processi, ruoli, dati, organizzazione e tempo. È possibile utilizzare modelli per rappresentare un soggetto a vari livelli di dettaglio e decomposizione.

Sviluppo delle capacità organizzative OCDV

La fornitura di leadership, consulenza e supporto all’applicazione per valutare le capacità organizzative e per identificare, assegnare le priorità e applicare miglioramenti. La selezione, adozione e integrazione di appropriati schemi e modelli del settore per guidare i miglioramenti. L’utilizzo sistematico di valutazioni della maturità delle capacità, misure, definizione dei processi, gestione dei processi, riproducibilità e introduzione di tecniche appropriate, strumenti e abilità migliorate. La fornitura di una soluzione integrata in termini di persone, processo e tecnologia per offrire migliori prestazioni dell’organizzazione in linea con i piani e gli obiettivi strategici dell’organizzazione. L’ambito del miglioramento è organizzativo, ma potrebbe anche essere altamente concentrato se necessario, ad esempio lo sviluppo di software, lo sviluppo di sistemi, la fornitura di un progetto o il miglioramento di un servizio.

Progettazione e applicazione dell’organizzazione ORDI

La pianificazione, la progettazione e la realizzazione di una cultura e di una struttura organizzativa integrata che include l’ambiente di lavoro, le ubicazioni, i profili di ruolo, le misurazioni delle prestazioni, le competenze e le abilità. La facilitazione dei cambiamenti necessari per adattarsi ai cambiamenti nelle tecnologie, nella società, nei nuovi modelli operativi e nei processi aziendali. L’identificazione di attributi chiave della cultura richiesta e come questi possano essere applicati e rinforzati per determinare migliori prestazioni dell’organizzazione.

Progettazione dei sistemi DESN

La progettazione dei sistemi per soddisfare requisiti specificati, compatibili con le architetture concordate dei sistemi, rispettando gli standard aziendali e i vincoli delle prestazioni e della fattibilità. L’identificazione dei concetti e la loro traduzione in una progettazione che forma la base per la costruzione e la verifica dei sistemi. La progettazione o selezione dei componenti. Lo sviluppo di un set completo di modelli, proprietà e/o caratteristiche dettagliati descritti in una forma adatta all’applicazione. L’adozione e l’adattamento di modelli per il ciclo di vita della progettazione dei sistemi basati sul contesto del lavoro e selezionando in maniera appropriata da approcci predittivi (guidati da un piano) o adattativi (iterativi/agili).

Modellazione e progettazione dei dati DTAN

Lo sviluppo di modelli per rappresentare e comunicare requisiti dei dati e per consentire alle organizzazioni di comprendere le loro risorse in termini di dati e le relazioni tra entità del mondo reale. L’indagine, l’analisi e la definizione degli ambiti dei requisiti dei dati per supportare lo sviluppo di sistemi software, l’integrazione dei dati e attività di richiamo dei dati. L’iterazione, la revisione e la manutenzione di requisiti dei dati e modelli dei dati.

Progettazione hardware HWDE

La specifica e la progettazione di apparecchiature di calcolo e di comunicazioni (come ad esempio i processori di semiconduttori, architetture HPC e chip di processori grafici e DSP), tipicamente per l’integrazione in infrastrutture o reti IT o la connessione alle stesse. L’identificazione di concetti e la loro traduzione in una progettazione applicabile. La selezione e integrazione o la progettazione e la creazione di prototipi di componenti. L’aderenza agli standard del settore fra cui compatibilità, sicurezza e sostenibilità.

Gestione del livello di servizio SLMO

La pianificazione, l’applicazione, il controllo, la revisione e la verifica della fornitura di servizi per soddisfare i requisiti aziendali dei clienti. Ciò include negoziazione, applicazione e monitoraggio degli accordi di livello dei servizi e la gestione continua delle strutture operative per fornire i livelli concordati di servizio, cercando in maniera continua e preventiva di migliorare i target di erogazione del servizio e di sostenibilità.

Gestione dei prodotti PROD

La gestione attiva di prodotti o servizi per tutto il relativo ciclo di vita (dall’introduzione al ritiro) al fine di rispondere alle opportunità di mercato e alle esigenze dei clienti/degli utenti e generate il massimo valore possibile per l’azienda. L’adozione e l’adattamento di modelli per lo sviluppo dei prodotti basati sul contesto del lavoro e selezionando in maniera appropriata da approcci predittivi (guidati da un piano) o adattativi (iterativi/agili).