Vista SFIA: Trasformazione digitale e dati, cambiamento e governance

Trasformazione digitale e dati, cambiamento e governance

Le competenze necessarie per implementare modelli di governo d'impresa efficaci per le nuove imprese digitali, un'efficace gestione delle modifiche, integrare la sicurezza in modelli operativi e piattaforme tecnologiche e offrire vantaggi e un modello di business sostenibile e scalabile.

Governance IT dell’impresa GOVN

L’affermazione e la supervisione dell’approccio di un’organizzazione all’utilizzo di sistemi informativi e servizi digitali, e della tecnologia associata, in linea alle esigenze dei principali interessati dell’organizzazione e ai requisiti complessivi di governance organizzativa dell’azienda. La determinazione e la responsabilità della valutazione di esigenze attuali e future; la direzione della pianificazione per la fornitura e la richiesta di tali servizi; la qualità, le caratteristiche e il livello dei servizi informatici; e per il monitoraggio della conformità agli obblighi (inclusi quelli normativi, legislativi, di controllo e altri standard) per assicurare il contributo positivo dell’IT agli obiettivi e fini dell’organizzazione.

Governance delle informazioni IRMG

La governance complessiva di come tutti i tipi di informazioni, strutturate e non strutturate, prodotte internamente o esternamente, siano utilizzati a supporto del processo decisionale, dei processi aziendali e dei servizi digitali. Comprende sviluppo e promozione di strategia e politiche che coprono la progettazione di strutture informative e tassonomie, l’impostazione di politiche per l’approvvigionamento e la manutenzione del contenuto di dati e lo sviluppo di politiche, procedure, pratiche di lavoro e formazione per promuovere la conformità alla legislazione che regola tutti gli aspetti della conservazione, dell’utilizzo e della comunicazione dei dati.

Sicurezza delle informazioni SCTY

La selezione, la progettazione, la giustificazione, l’applicazione e l’utilizzo di controlli e strategie di gestione per mantenere la sicurezza, la riservatezza, l’integrità, la disponibilità, la responsabilità e la conformità rilevante dei sistemi informativi alla legislazione, alle normative e agli standard rilevanti.

Assicurazione delle informazioni INAS

La protezione di integrità, disponibilità, autenticità, assenza di ripudio e riservatezza delle informazioni e dei dati archiviati e in transito. La gestione dei rischi in maniera pragmatica ed economica per assicurare la fiducia degli interessati.

Gestione finanziaria FMIT

La gestione finanziaria complessiva, il controllo e la gestione delle risorse e delle attività IT utilizzate nella fornitura di servizi IT, compresa l’identificazione di materiali e costi dell’energia, assicurando la conformità a tutti i requisiti di governance, legali e normativi.

Gestione dei dati DATM

La gestione delle procedure e dei processi per assicurare la sicurezza, la qualità, l’integrità, la sicurezza e la disponibilità di tutte le forme di dati e strutture di dati che costituiscono le informazioni dell’organizzazione. La gestione di dati e informazioni in tutte le loro forme e l’analisi della struttura delle informazioni (compresa l’analisi logica di tassonomie, dati e metadati). Lo sviluppo di modi innovativi di gestione dei beni informativi dell’organizzazione.

Gestione dei programmi PGMG

L’identificazione, la pianificazione e il coordinamento di un insieme di progetti correlati nell’ambito di un programma di cambiamento aziendale, per gestire le relative interdipendenze a supporto di specifici obiettivi e strategie aziendali. Il mantenimento di una visione strategica sull’insieme di progetti, fornendo lo schema per la realizzazione di iniziative aziendali, oppure cambiamenti su grande scala, concependo, mantenendo e comunicando una visione dei risultati del programma e dei vantaggi associati (la visione, e i mezzi per raggiungerla, potrebbe cambiare con il progresso del programma). Accordo sui requisiti aziendali e traduzione dei requisiti in piani operativi. Determinazione, controllo e revisione dell’ambito, dei costi, della tempistica, delle risorse, delle interdipendenze e dei rischi del programma.

Gestione dei progetti PRMG

La gestione dei progetti, che tipicamente (ma non esclusivamente) coinvolge lo sviluppo e l’applicazione di processi aziendali per soddisfare le esigenze aziendali, acquisendo e utilizzando le risorse e le abilità necessarie, rispettando i parametri concordati di costi, tempistiche e qualità. L’adozione e l’adattamento di metodologie di gestione dei progetti basate sul contesto del progetto e selezionando in maniera appropriata da approcci predittivi (guidati da un piano) o adattativi (iterativi/agili).

Supporto del portafoglio, del programma e del progetto PROF

La fornitura di supporto e indicazioni su processi, procedure, strumenti e tecniche di gestione del portafoglio, del programma e del progetto. Il supporto include la definizione di portafogli, programmi e progetti; consulenza su sviluppo, produzione e manutenzione di casi aziendali; piani relativi ai tempi, alle risorse, ai costi e alle eccezioni, e sull’utilizzo di strumenti software correlati. Sono anche coperti la tracciatura e la reportistica del progresso e delle prestazioni del programma/progetto, nonché la capacità di facilitare tutti gli aspetti delle riunioni, dei workshop e della documentazione del portafoglio/programma/progetto.

Gestione dello sviluppo di sistemi DLMG

La pianificazione, la stima e l’esecuzione di programmi di lavoro per lo sviluppo di sistemi rispetto a target in termini di tempo, budget e qualità. L’identificazione delle risorse necessarie per lo sviluppo di sistemi e come questa sarà soddisfatta con una capacità di fornitura effettiva. L’allineamento di attività di sviluppo dei sistemi e delle consegne con le architetture e gli standard concordati. Lo sviluppo di percorsi per comunicare i futuri piani di sviluppo dei sistemi. L’adozione e l’adattamento di modelli per il ciclo di vita dello sviluppo dei sistemi basati sul contesto del lavoro e selezionando in maniera appropriata da approcci predittivi (guidati da un piano) o adattativi (iterativi/agili).

Gestione e pianificazione dell’applicazione delle modifiche CIPM

La definizione e la gestione del processo per utilizzare e integrare le nuove capacità digitali nell’azienda in modo sensibile alle operazioni aziendali e completamente compatibile con le stesse.

Gestione dei vantaggi BENM

Stabilire un approccio per la previsione, la pianificazione e il controllo della comparsa e dell’effettiva realizzazione dei vantaggi previsti. Identificazione e realizzazione delle azioni necessarie per ottimizzare l’impatto aziendale dei vantaggi individuali e combinati. La conferma del raggiungimento dei vantaggi previsti.

Gestione delle relazioni RLMT

L’identificazione, l’analisi, la gestione, il monitoraggio e il miglioramento sistematici delle relazioni con gli interessati per puntare a risultati mutuamente benefici e migliorarli. Guadagna l’impegno all’azione attraverso la consulenza e la considerazione degli impatti. Progetta l’approccio di gestione delle relazioni da intraprendere, inclusi i ruoli e le responsabilità, la governance, le politiche, i processi, gli strumenti e i meccanismi di supporto. Combina creativamente i canali di comunicazione formali e informali al fine di ottenere il risultato desiderato.

Modellazione aziendale BSMO

La produzione di rappresentazioni astratte o distillate di situazioni del mondo reale, aziendali o di gioco in applicazioni tradizionali o su più supporti, per assistere nella comunicazione e nella comprensione di scenari esistenti, concettuali o proposti. Concentrato in maniera predominante sulla rappresentazione di processi, ruoli, dati, organizzazione e tempo. È possibile utilizzare modelli per rappresentare un soggetto a vari livelli di dettaglio e decomposizione.

Monitoraggio della tecnologia emergente EMRG

L’identificazione di tecnologie, prodotti, servizi, metodi e tecniche nuovi ed emergenti. La valutazione della loro rilevanza e dei potenziali impatti (in termini sia di minacce sia di opportunità) sui fattori di abilitazione aziendale, sui costi, sulle prestazioni o sulla sostenibilità. La comunicazione delle tecnologie emergenti e il loro impatto.